Navigazione magazzino in corsia stretta

Per EKX 410-515, EKS 210-312, ETX 513-515

Avvicinamento semiautomatico in posizione nelle corsie strette

Zoom dell'immagine tramite mouse

Richiesta informazioni

Caratteristiche principali

  • Incrementi di efficienza fino a 25%
  • Semplificazione del lavoro per i vostri operatori
  • Feedback automatico senza processo di scansione
  • Esclusione di operazioni di deposito/prelievo scorrette
  • Meno danni alla scaffalatura
  • Utilizzabile con e senza sistema di gestione magazzino

La tecnologia RFID e l'interfaccia logistica Jungheinrich lo rende possibile: per mezzo di un transponder a pavimento, il carrello per corsia stretta riconosce in ogni istante la sua posizione attuale. Gli ordini in arrivo dal Warehouse Management System sono inviati al terminale del carrello. L'interfaccia logistica installata traduce i dati ed inoltra le informazioni direttamente al sistema di comando carrello. Il carrello riconosce esattamente la posizione attuale e quella da raggiungere. L'operatore deve solo dare l'impulso di marcia e sollevamento; il carrello si dirige automaticamente in direzione diagonale verso il posto pallet.

Panoramica dei vantaggi

  • Incremento della produttività e alleggerimento dei compiti dell'operatore
  • Connessione IT tramite interfaccia logistica
  • Funzioni dei carrelli
  • Soluzioni Stand-Alone

Visualizza i vantaggi in dettaglio

Vantaggi in dettaglio

Incremento della produttività e alleggerimento dei compiti dell'operatore

Nel tempo più breve, lungo il percorso più veloce, con energia commisurata all'impiego – l'avvicinamento semiautomatico e preciso fa risparmiare tempo e denaro. La produttività aumenta fino al 25 %. Incremento della qualità di stoccaggio e prelievo. Si evitano errori, il carrello si dirige direttamente e in modo semiautomatico verso il posto pallet indicato dal sistema. L'operatore non può più sbagliare strada o "rimanere bloccato", non è costretto a riorientarsi continuamente e di conseguenza il suo lavoro diventa meno impegnativo. Inoltre si verificano meno danni allo scaffale poiché le forche si sistemano automaticamente in posizione corretta.

Funzioni dei carrelli

All'ambito funzionale della navigazione in magazzino appartiene ad es. il controllo attivo di spinta, unitamente al riconoscimento del carico, che evita un "inseguimento" del carico nello scaffale e/o di presa di carico dallo scaffale, che fanno perdere tempo. Un'ulteriore caratteristica del prodotto è la sorveglianza della posizione di destinazione, che informa il guidatore sulle caratteristiche del posto già al momento del conferimento dell'ordine. Il carrello riconosce quindi ad esempio, in una corsia senza uscita e con direzione di ingresso standard in direzione di trazione, che gli ultimi posti in tale corridoio possono essere raggiunti soltanto in direzione carico. Grazie al fatto che il guidatore viene informato tempestivamente in proposito, si possono evitare spostamenti sbagliati che fanno perdere tempo.

Connessione IT tramite interfaccia logistica

Per andare in modo preciso alla successiva posizione di stoccaggio, prelievo o commissionamento, è necessario comunicarla al carrello. L'incremento ottimale di efficienza è garantito soltanto se l'operatore non deve eseguire input manuali a tal proposito. Per questa ragione, con l'interfaccia logistica offriamo la possibilità di ricevere ordini da qualsiasi sistema di gestione magazzino in modo automatico, in background, senza ritardi, e di inviarli al sistema di comando carrello. Questa semplice integrazione in ambienti di sistema esistenti contribuisce in modo essenziale al successo nella fase di allestimento.

Soluzioni Stand-Alone

Non usate nessun sistema di gestione magazzino e volete ugualmente approfittare di molti dei vantaggi del sistema di navigazione in magazzino? Nessun problema, perché offriamo anche qui le soluzioni adatte alle vostre situazioni applicative senza connessione IT: Potete fare trasmettere l'ordine da uno scanner di codici a barre, direttamente al sistema di comando carrello, o utilizzare una maschera di input conformata secondo le vostre esigenze, su un terminale come interfaccia tra operatore e sistema di navigazione in magazzino.


Per il comando dei veicoli Jungheinrich a guida in corsia stretta, vengono impiegati dei transponder. Essi misurano solo 9 x 16 mm e vengono installati nel pavimento del capannone ad una determinata distanza l'uno dall'altro. I carrelli sono dotati di un dispositivo RFID di lettura e scrittura che comunica con i transponder, richiamando e utilizzando le seguenti informazioni:

  • A) Identificazione delle corsie e delle aree di magazzino
  • B) Referenziamento della misurazione della distanza all'interno delle corsie.

Con queste due informazioni e con la misurazione del percorso del carrello è possibile in qualsiasi momento determinare l'esatta posizione all'interno delle corsie del magazzino. I transponder vengono programmati dal carrello elevatore. Nel carrello stesso viene archiviata l'intera topologia dell'impianto. Ciò permette di attivare in qualsiasi luogo funzioni di commutazione ed aggiuntive, quali ad esempio la riduzione della velocità in corrispondenza degli incroci con le vie di fuga o l'interruzione del sollevamento nelle corsie che presentano un'altezza libera limitata.

Richiesta informazioni

Richiesta online
Iscrizione alla newsletter

Sempre informati

Iscrizione alla newsletter

 

800-368485

Contattateci telefonicamente al Numero Verde